Il lutto nel cuore d’Africa e i nostri morti lombardi

Il lutto nel cuore d’Africa e i nostri morti lombardi

opo un tg, nel pomeriggio la tv resta accesa, senza che nessuno la guardi. Ma, distratta, alzo gli occhi, e non riesco più a staccarli. Non avevo mai visto quei documentari della Bbc girati con telecamere mimetizzate nella giungla, o fra i ghiacci del Polo. Telecamere a forma di rocce, tronchi, o tartarughe, o pinguini. Che con assoluta discrezione spiano la fauna selvatica senza spaventarla, senza interferire con la vita dei branchi. Una cosa straordinaria: vedi giocare i leoncelli bambini, e come i pinguini scavano nella neve un nido per attirare una femmina, che vi deponga le uova. Mi viene in mente il Libro di Giobbe: «Sai tu quando figliano le camozze, e assisti al parto delle cerve?»… «Vieni, guarda», dico alla figlia, e anche lei si ferma davanti allo schermo, incantata….

 

Continua a leggere l’articolo da Avvenire.it cliccando qui.

Condividi su:   Facebook Twitter Google
1 maggio 2020, luigi-clerici