Perché mi hai abbandonato?

Perché mi hai abbandonato?

«Spense la luce, avanzò a tentoni nella camera da letto e si lasciò cadere sul giaciglio: le lacrime sgorgarono. Soltanto dormire, solo dimenticare, non essere. In preda all’angoscia giaceva accasciato sul letto. Nulla poteva più dargli consolazione, perché Dio l’aveva abbandonato ed estromesso dal sacro fiume della vita!». Così Stefan Zweig descrive la disperazione del grande compositore Georg Friedrich Händel, in uno dei magistrali racconti di Momenti fatali, libro che narra gli istanti in cui grandi uomini incontrarono il loro destino.

Leggi l’articolo di Alessandro D’Avenia pubblicato su corriere.it cliccando qui

Condividi su:   Facebook Twitter Google
6 aprile 2020, luigi-clerici