La fase 2 nelle chiese. Le condizioni per una ripresa delle celebrazioni con il popolo

La fase 2 nelle chiese. Le condizioni per una ripresa delle celebrazioni con il popolo

Ci sarà chiesto di abbandonare alcune abitudini, come il consueto orario in cui andare tutti insieme alla Messa o lo stesso posto in cui sedersi in chiesa

 

Con un incisivo e denso binomio, il Concilio Vaticano II definisce la liturgia fons et culmen, sorgente e vertice della vita cristiana. È «la fonte da cui promana la sua forza vitale» e «il culmine verso cui tende l’azione della Chiesa» (Costituzione apostolica Sacrosactum Concilium, 10). Senza la celebrazione della liturgia la comunità cristiana si spegne. Col tempo diviene astenica, perde l’energia che la sorregge nella buona e nella cattiva sorte, nella salute e nella malattia, nella vita e nella morte: una energia soprannaturale che è la Grazia.

Continua a leggere l’articolo di Roberto Colombo da Avvenire.it cliccando qui.

Condividi su:   Facebook Twitter Google
18 aprile 2020, luigi-clerici