Migranti. A centinaia in strada, senza dimora. Pure i bimbi. È il «decreto sicurezza»

Migranti. A centinaia in strada, senza dimora. Pure i bimbi. È il «decreto sicurezza»

No, non sono uscite programmate né fisiologiche dai Cara. Se non è già emergenza, manca poco. Segnalazioni di allontanamenti dai centri di accoglienza arrivano da varie città. Situazione analoga a quella di Isola di Capo Rizzuto, nel Crotonese, già segnalata ieri da Avvenire, è vissuta nelCara di Mineo, come segnala Walter Cerreti della Comunità di Sant’Egidio di Catania. «Sono stati mandati via in 50 con la protezione umanitaria. E sono solo i primi. Stanno consegnando i permessi di soggiorno e se ne devono andare. Così la città si sta riempiendo di gente che vive per strada. Ce ne accorgiamo la sera quando portiamo la cena ai senza dimora. Sono una marea. Vengono anche da altri Cas della Sicilia orientale. Stanno facendo dimissioni a tutto spiano, anche di donne vulnerabili con bambini piccoli o con problemi psichici».

Continua a leggere questo articolo sulle pagine di Avvenire on line (clicca qui)

Crediti foto Avvenire On line – CARA di Mineo (ANSA)

Condividi su:   Facebook Twitter Google
4 dicembre 2018, luigi-clerici